Finalmente, dopo aver riposato e fermentato al freddo per 40 giorni, i nostri crauti sono pronti per essere invasettati e gustati!

Il termine crauti deriva dal nome tedesco ‘Kraut’ ,‘erba’, riferito ad una specifica varietà di cavolo. I crauti sono un alimento sano, ricco di sali minerali e vitamine, che aiuta la digestione rinforzando la flora batterica.

Dopo la raccolta dei cavoli capucci a settembre e la classica lavorazione della tradizione trentina, i crauti sono l’esito di un processo di fermentazione lattica. I microorganismi che la determinano sono in particolare quelli propri del cavolo stesso. Inizialmente ai cavoli tritati si aggiunge del sale, con lo scopo di inibire lo sviluppo dei batteri gram negativi e favorire quindi lo sviluppo dei batteri lattici (euconostoc mesenteroides, Lactobacillus plantarum e Lactobacillus brevis).

Il sale ha anche lo scopo di disidratare i cavoli, che pertanto risulteranno meno voluminosi a fine processo, liberando una grande quantità di liquido.

Al nostro Laboratorio per l’acquisizione dei prerequisiti lavorativi “Villa Rizzi” potrete trovare i nostri crauti pastorizzati in pratici barattoli in vetro da 500 gr oppure, freschi, in barattoli di plastica alimentare da 4 kg.

Venite a trovarci e gustateli, magari con una buona polenta e una fetta di formaggio fuso!

L’equipe di Villa Rizzi