Oggi intervistiamo due dei nostri ragazzi, che dopo un bel percorso di crescita qui nel laboratorio di acquisizione dei prerequisiti lavorativi Villa Rizzi a Sardagna, si stanno sperimentando all’esterno in due diverse aziende del territorio che li hanno accolti come tirocinanti. Oggi, tra una confezione di sale aromatizzato e un’infornata dei nostri biscotti, abbiamo voluto scambiare due parole con loro, per farci raccontare come sta procedendo questa nuova avventura.

Nome: Martina e Luca.

Da quanto tempo frequenti Villa Rizzi?

M. Quasi 4 anni.

L. Da quasi 3 anni.

Dove stai facendo il tirocinio?

M. Presso la gelateria Mio&Bio, in via Solteri (www.mioebio.it).

L.  A Pergine, alla Cooperativa 90.

Sei contento del percorso fatto a Villa Rizzi?

M. Sì!

L. Sì, sono di poche parole.

A cosa ti è servito?

M. A migliorare le mie capacità e ad essere meno timida.

L.  A crescere nel lavoro.

Quali aspettative o sogni hai per il futuro?

M. Di lavorare con i bambini. Avevo già iniziato un tirocinio in quell’ambito, ma a causa della pandemia lo ho dovuto interrompere.

L. Di trovare un lavoro per il mio futuro.

Per noi tutto questo significa molto: vuol dire che assieme a loro è stato fatto un buon lavoro e che, passo dopo passo, si sono raggiunti gli obiettivi posti insieme ai ragazzi stessi all’inizio del percorso. Dal nostro punto di vista, infatti, il tirocinio è l’incoronamento di un cammino iniziato con noi, ma che punta all’autonomia e all’autodeterminazione dei nostri giovani.

L’equipe di Villa Rizzi