Che gioco facciamo? È una domanda che spesso i bambini pongono ai loro genitori, ma è un quesito che spesso si chiedono anche gli adulti, soprattutto in questo periodo dove le uscite e le occasioni di socializzazione sono poche.

Dal momento che il gioco è il “mestiere” dei bambini, è ciò che occupa gran parte delle loro giornate e che gli permette di conoscere il mondo e di svilupparsi, anche i genitori devono essere pronti.

Si è voluto quindi dare supporto alle famiglie anche in questa fase di emergenza sanitaria con un webinar dedicato ai più piccoli dove offrire ai genitori alcuni suggerimenti sui giochi 0-3 anni.

Durante l’incontro sono stati presentati diversi giochi e attività, tutti con un unico obiettivo, sostenere la crescita dei bambini e dare sfogo alla creatività dei genitori. Le attività proposte infatti sono state volutamente selezionate e presentate come attività fai da te o quasi; perché per giocare con un bambino ci vuole si tempo e pazienza ma non necessariamente una montagna si soldi e giochi.

L’incontro è stata anche un’occasione per rispondere ad alcune domande che a volte preoccupano i genitori:

Perché mio figlio vuole continuamente cambiare gioco e non resta mai fermo e concentrato?

Cosa devo fare se non sa ancora fare quell’attività mentre i suoi coetanei si?

Si è cercato di rispondere a queste e anche altre domande e proporre giochi e attività adeguati all’età dei bambini.

E voi che giochi fate con i vostri bambini? Se avete bisogno di qualche spunto, vi lasciamo due proposte adatte anche ai più piccoli.

Buon divertimento!

L’equipe del Centro per le famiglie

LE BOTTIGLIE SENSORIALI

Sono delle semplicissime bottiglie di plastica riciclate dove poter inserire diversi materiali per stimolare i sensi del bambino, in particolar modo la vista e l’udito. Si possono creare bottiglie contenenti alimenti (pastina, riso, sale…) o elementi naturali (bastoncini, sassolini…) ogni bottiglia avrà così un suono diverso. Si possono anche creare bottiglie con all’interno oggetti colorati per stimolare la vista e l’attenzione del bambino.

Le bottiglie possono essere proposte ai bambini a partire dai 6 mesi, basta fare attenzione al tappo che deve essere ben chiuso, magari fissato con del nastro isolante.

Sono giochi che possono accompagnare il bambino nei primi anni di vita e quando i bambini sono più grandi si possono costruire assieme a loro.

I TRAVASI

Il gioco dei travasi consiste nel proporre al bambino diversi contenitori dove poter travasare materiali con l’aiuto di cucchiai, palette, pinze, colini, imbuti. I travasi possono modificarsi in base all’età del bambino. I travasi con le pinze per esempio sono adatti ai bambini più grandi a partire dai 18-24 mesi. Gli altri travasi possono essere proposti anche ai bambini più piccoli a partire dai 12 mesi circa.

Questo gioco è molto importante perchè sviluppa concentrazione, motricità fine, coordinazione mano – occhio, senso delle quantità, pesi e consistenze diverse.