Le mamme, al tempo di Covid, sono diventate “equilibriste”.

Devono giostrarsi tra gli impegni lavorativi. Hanno sulle spalle la maggior parte del carico di cura della famiglia e dei figli. Gestiscono i nuovi ritmi e le nuove richieste della scuola. Devono acquisire delle abilità anche in campo tecnologico.

Eh sì la tecnologia è diventata un elemento imprescindibile in questo periodo di rapporti a “distanza”.

Così nella nostra équipe abbiamo pensato a come poter aiutare le nostre mamme a diventare più capaci e abili anche su questo aspetto. Abbiamo pensato ad insegnare loro ad utilizzare “Meet”, strumento scelto dalle scuole per mantenere i rapporti con le famiglie.

Abbiamo coinvolto i ragazzi del centro, chiedendo loro di essere protagonisti e di insegnare alle loro madri ad utilizzare “Meet”.

Li abbiamo stimolati ad affiancarle, per sperimentare un nuovo modo per incontrarsi.

È stato un bel momento per passare del tempo in famiglia.

Per dimostrare che anche i “figli” possono insegnare e aiutare come fanno i “genitori” con loro.

Abbiamo poi cercato e inviato alle famiglie due brevi video, per aiutarli a “scaricare ed “utilizzare “Meet” da cellulare o da pc. Abbiamo scelto video con immagini chiare ed esplicative, per facilitare anche chi ha difficoltà con la lingua italiana.

Alla fine, abbiamo proposto un incontro “Meet” per poterci rivedere e per sperimentare insieme questa nuova modalità di incontro.

Abbiamo contattato quindici mamme. Cinque mamma hanno risposto alla nostra proposta. Quattro non hanno voluto partecipare per imbarazzo e per mancato interesse. Due mamme hanno avuto imprevisti famigliari al momento dell’incontro e quattro erano impegnate al lavoro.

È stato un bel momento di condivisione … ed un buon inizio.

Prima delle vacanze ci incontreremo per un altro appuntamento virtuale.

Desideriamo così accorciare le distanze, scaldarci con gli auguri di Natale e scambiarci una sorpresa, nell’attesa di poterci rivedere di persona.

L’equipe del centro diurno L’Arca