Vivere il centro diurno, è respirare a pieni polmoni creatività!

La creatività dell’incontro atteso ma che ti rivela ogni giorno, inevitabilmente, qualcosa di inedito.

La creatività di un pasto già confezionato che devi scoperchiare per godere dell’effetto sorpresa.

La creatività delle parole da scegliere per dire NO o per dire SI.

La creatività dell’ “io oggi non ho compiti!”.

La creatività dell’ “io voglio fare i compiti, e li voglio fare tutti, e li voglio fare bene”.

La creatività dei toni di voce. Alti, bassi, tenori, soprani e contralti. In continuo cambiamento, a seconda di quanto sia necessario urlare o sussurrare o restare sulla stessa lunghezza d’onda degli altri.

La creatività di salti, giravolte, suoni e rumori che si diffondono e si propagano, stimolando anche la creatività dei vicini.

La creatività di silenzi che urlano.

La creatività del valzer di mascherine che portano allegria, anche se non siamo a Carnevale!

La creatività delle piogge di gel igienizzante.

La creatività del sole fuori e della pioggia dentro.

La creatività di lacrime e sorrisi che si mescolano e diventano crisi o opportunità.

La creatività dell’incertezza e dell’arte degli incastri.

La creatività di racconti scritti, tramandati, inventati e di vita vissuta.

La creatività di colori che disegnano storie.

La creatività di graffiti che, sotto il nero cupo, regalano la bellezza dei colori.

L’equipe del centro diurno Il Cortile