A Villa Rizzi ogni giorno si sperimentano relazioni, ma anche ricette.

Si fanno nuovi incontri, così come si incontrano nuovi prodotti.

Ci si esercita e “allena” per affrontare il mondo del lavoro, ma anche per equilibrare i sapori di un trasformato orticolo.

Si cerca l’equilibrio del gruppo, ma anche quello dello zucchero in uno sciroppo.

Si “taglia” con l’adolescenza per diventare più adulti, così come si taglia un mazzo di basilico o prezzemolo, affinché cresca più rigoglioso.

Insomma, Villa Rizzi è un luogo dove la  magia della campagna, delle relazioni e della trasformazione orticola si fondono, si alimentano e contaminano positivamente.

La settimana scorsa il gruppo di lavoro si  è concentrato sulla sperimentazione di un nuovo prodotto, nato partendo dai nostri ortaggi: le zucchine sott’olio.

Un preparato all’apparenza semplice, ma che richiede cura e attenzione in ogni passaggio.

Vogliamo ringraziare Daniela, dell’Osteria di Sant’Anna (TN), per la collaborazione che ha portato alla nascita di questo nuovo prodotto.

Vino bianco, aceto, coloratissimi granelli di pepe, zucchero di canna, scorza di qualche profumato limone, alloro e olio.

Un insieme di ingredienti finalizzati ad accompagnare un’unica protagonista: la zucchina.

Una simile ricetta significherebbe ben poco tuttavia, senza l’impegno dei ragazzi di Villa Rizzi.

Concentrazione, attenzione, fatica e soddisfazione sono quel qualcosa in più che dona alle nostre zucchine sott’olio ciò che conta davvero: il sapore di un percorso importante, che vede tanti giovani impegnati nel costruire insieme delle basi per il loro futuro.

L’equipe di Villa Rizzi

Leave a Reply